Pubblicate le date dei test di ammissione 2017-2018

mercoledì 1 marzo 2017

Con Avviso del 01.03.2017, il Ministero stabilisce il calendario delle date dei test di ammissione:

  • 5 settembre 2017 – Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi Dentaria in lingua italiana
  • 6 settembre 2017 – Medicina Veterinaria
  • 7 settembre 2017 – Corsi di laurea e di laurea magistrale a ciclo unico, direttamente finalizzati alla professione di Architetto
  • 13 settembre 2017 – Professioni Sanitarie
  • 14 settembre 2016 – Medicina e Chirurgia in Lingua inglese (IMAT)
  • 15 settembre 2017 – Corsi di laurea magistrale a ciclo unico in scienze della formazione primaria

Le modalità e i contenuti della prova e il numero di posti disponibili per le immatricolazioni saranno definiti con successivo decreto.

La Redazione.

14 Commenti a “Pubblicate le date dei test di ammissione 2017-2018”

  1. Edi scrive:
    2 maggio 2017 alle 03:33

    Salve! vorrei sapere se il programma di preparazione è uguale anche per l ingresso test ammissione professioni sanitarie unimore di Modena , e quale sarebbe il programma grazie mille

  2. La Redazione scrive:
    2 maggio 2017 alle 07:39

    x Edi
    si, il programma d’esame è sempre lo stesso sia per medicina/odontoiatria e veterinaria che per le prof. sanitarie in tutti gli atenei.
    Qui trova il programma d’esame.
    p.s. il programma d’esame è sempre allegato (allegato A) al decreto ministeriale che stabilisce le modalità e il contenuto della prova d’ammissione (tale decreto di solito viene pubblicato gli ultimi giorni del mese di giugno di ogni anno). quindi quello che le ho linkato è quello dell’anno scorso, ma è lo stesso perchè è sempre quello…

  3. Alessia scrive:
    16 maggio 2017 alle 22:46

    Salve, a settembre vorrei provare ad entrare a ‘psicomotricità dell’età evolutiva’ all’università di torvergata e come 2 e 3 scelta avrei optato per logopedia e fisioterapia. sono molto frenata perché avendo frequentato un istituto tecnico non ho alcuna base scientifica e ho timore che manchi troppo poco per poter studiare bene e superare il test.
    cosa mi consiglia di fare? provarci o rimandare all’anno prossimo per studiare molto meglio rispetto a quanto io passa fare adesso? grazie mille in anticipo per un eventuale risposta

  4. La Redazione scrive:
    17 maggio 2017 alle 00:27

    x Alessia
    Primo, gli esami non si passano soltanto se non si vanno a fare…
    Secondo, il tempo per prepararsi c’è tutto, almeno con gli artquiz (!) visto che mancano pure più di 3 mesi.
    Terzo, quello che studia oggi non è certo tempo perso anzi male che vada saprà come si affronta il test e saprà organizzarsi al meglio.
    Quarto, stiamo pur sempre parlando delle professioni sanitarie… e ne ritroverà di quiz identici ai nostri pure parola per parola nel test dell’esame, che francamente è proprio sciocco non non andare, comunque e quantunque…
    Quinto, le basta seguire il metodo artquiz e sarà nelle condizioni anche di fare percorso netto all’esame e a prescindere dalla sua preparazione di base tanto fanno tutto i libri (per via della loro struttura, organizzazione ed interattività) lei deve solo metterci buona volontà e darsi da fare, perchè se ci tiene veramente ad entrare, entra con questi libri anche se avesse un solo mese a disposizione di full immersion e ne ha più di tre da qui all’esame…ce la può fare benissimo a passare il test… si dia da fare! e vedrà che alla fine sarà contenta…
    P.S. per logopedia servono molti punti per entrare perchè assieme a fisioterapia è il corso più richiesto, quindi o si mette come prima scelta se la classifica a tor vergata è per preferenza oppure è pressochè inutile metterla come seconda o terza scelta perchè i posti saranno coperti al 99% da quelli che l’hanno messa come prima (quindi conviene mettere “qualcosa” di più abbordabile come seconda o terza scelta, così mal che vada entra chessò a infermieristica e poi o non si iscrive perchè non le piace oppure si iscrive studia durante l’anno le materie che servono per il test e l’anno dopo si ripresenta e quindi poi cambierà corso di laurea… fanno in tanti così e la strategia non è sbagliata…). Se invece la classifica è per punteggio e indifferente metterla come prima o ultima opzione perchè in questo caso chi fa più punti sceglie dove andare (a prescindere dalle preferenze che con questa classifica servono soltanto per indicare i corsi ai quali vi potete candidare, ossia se non mette logopedia per esempio, anche se ha fatto il punteggio più alto in assoluto, a logopedia non entra perchè non l’ha indicata…) perchè con questo tipo di classifica conta solo il punteggio… e non le preferenze come nell’altro tipo di classifica. Se la classifica è per punteggio o preferenza è indicato nel bando d’esame salitamente pubblicato da ogni singolo ateneo i primi di luglio. Tra l’altro il numero delle preferenze indicabili con la domanda d’esame può variare da ateneo ad ateneo, minimo sono tre, ma ci sono atenei che ne consentono anche sei oppure tutte… il tutto è indicato nel bando d’esame di ogni singolo ateneo, che come detto viene pubblicato i primi di luglio (contiene anche tutte le procedure per l’iscrizione e quant’altro)

  5. Alessia scrive:
    17 maggio 2017 alle 09:14

    grazie mille, è stato molto esaustivo e gentile

  6. Isabella scrive:
    3 giugno 2017 alle 13:05

    Salve, saprebbe dirmi se nel test della Cattolica per professioni sanitarie ci sono quiz di logica di tipo cambridge assessment? Grazie!

  7. La Redazione scrive:
    3 giugno 2017 alle 13:18

    x Isabella
    fino’ora non sono mai stati dati. e tenderei ad escludere anche per il prossimo anno la possibilità che ricapitino. è difficile che questi quiz entrino nel circuito cineca, caspur, redazione di quiz da parte di commissione interna o di aziende terze rispetto all’ateneo così come per le università private. sono proprio specifici di cambridge ed assegnati soltanto per 4 anni ai test di medicina, in sostanza questi quiz ce li ho praticamente solo io almeno così in abbondanza, visto che ce li siamo fatti scrivere apposta e poi li abbiamo tradotti, quindi in altre parole “loro” non li hanno, e se li dovessere overe e soprattutto considerare, avrebbero solo quelli assegnati ufficialmente a medicina/odontoiatria e veterinaria negli anni in cui i test sono stati appunto redatti da cambridge, se per esempio i test ministeriali non vedranno quest’anno un “ritorno” della stesura dei test demandata a cambridge assessment (nel decreto fine giugno primmi di luglio la cosa sarà eventualmente indicata), ritorno che escluderei proprio anche se non si sa mai, io sarei quasi quasi portato ad eliminarli dalla prossima edizione di artquiz… ecco tanto per capirci. poi magari penso anche che quelli di logica-matematica sono però interessanti e buoni ecco magari questi li conserverei ancora nelle prossime edizioni, però come può capire sono più propenso a trascurarli che a conservarli o accrescerli come numero.
    Poi, come dico sempre, non so cosa danno e non prevedo il futuro, ma queste sono le mie sensazioni, che ripeto ancora vanno cmq sempre prese con le molle perchè sono sensazioni del tutto personali senza alcun riferimento a voci di corridoio o altro.

  8. Isabella scrive:
    3 giugno 2017 alle 15:24

    La ringrazio!

  9. Giulia scrive:
    24 luglio 2017 alle 22:32

    Salve professore, io ho finito la parte di logica ma non saprei se svolgere la parte di logica di tipo Cambridge.. Lei cosa mi consiglia?
    P.S. Provo med

  10. La Redazione scrive:
    25 luglio 2017 alle 08:23

    x Giulia
    no la può saltare, legga qui

  11. Veronica scrive:
    31 agosto 2017 alle 13:01

    Gentilissimo Dott. Giurleo, ho un dubbio… Ho eseguito il metodo artquiz. Ho terminato a luglio tutto artquiz studio e ho iniziato da subito con il libro di simulazioni, facendo esattamente come dice il metodo, ovvero riprendere il quiz errato su artquiz studio e teoria. Io sto continuando tutt’ora così e, infatti, gli errori sono praticamente minimi. Sto facendo bene a continuare il metodo oppure a ridosso del test è errato?

  12. La Redazione scrive:
    31 agosto 2017 alle 13:23

    x Veronica
    È perfetto così. La riprova ce l’ha proprio con le simulazioni… infatti come mi dice lei gli errori sono diventati minimi. Va bene così, tenga duro fino al giorno del test!

  13. Veronica scrive:
    31 agosto 2017 alle 13:52

    Perfetto, grazie. Conviene anche continuare a leggere la sintesi fatta in precedenza fino al giorno prima del test?

  14. La Redazione scrive:
    31 agosto 2017 alle 14:02

    x Veronica
    Certo che si, specie negli ultimi giorni perché è come ripetere tutti i quiz.. cosa che non riuscirebbe mai a fare in un giorno rifacendo i quiz dal libro

Scrivi un commento