Il metodo Artquiz

L‘errore più comune e grossolano per un test a risposta multipla è proprio quello di studiare prima la teoria e poi fare i quiz. Questo approccio con i quiz NON è efficace.

Il Metodo Artquiz è un sistema di studio unico per i Test di ammissione.
L’organizzazione dei quiz è la nostra forza, e sarà la tua forza!

Adesso ti spiegherò come usare correttamente i nostri 3 volumi e come procedere nello studio secondo il Metodo Artquiz per fare così ancora più punti al test. Ti invito a leggere i consigli e a seguirli.

Prima però, alcune piccole indicazioni
I volumi Artquiz sono dedicati per i Test di Ammissione a Medicina/Odontoiatria, Veterinaria e alle Professioni Sanitarie, sia nelle Università Pubbliche che in quelle Private.

Per le Università Private, San Raffaele, Campus Biomedico e La Cattolica, si consiglia di leggere la composizione del test e le materie d’esame.
Ai candidati presso Università Private si consiglia di leggere anche la FAQTest ammissione delle Università Private e Artquiz”.

Le Università Private pubblicano un proprio “personale” Bando che disciplina il Test di Ammissione. Le Università Pubbliche, invece, hanno un Bando nazionale pubblicato dal Ministero.

Il programma d’esame per il Test di Ammissione, è identico sia per i Test di Medicina/Odontoiatria e Veterinaria che per le Professioni Sanitarie, ed è allegato al Decreto Ministeriale del Bando: Allegato A)

I volumi Artquiz sono adatti anche per i Test di Ammissione a Biotecnologie, Scienze Biologiche, Farmacia, CTF, Chimica e Scienze Motorie.


Come studiare e sfruttare al massimo i volumi Artquiz

In generale, questo è il sistema:
Il nostro Metodo di studio ha inizio dai quiz organizzati e commentati di Artquiz Studio, poi si passa al testo delle Simulazioni con l’intento di separare i quiz che si è certi di sapere e quindi di non sbagliare, da tutti gli altri quiz che invece evidenziano le proprie lacune. È opportuno, durante le Simulazioni, considerare come errati anche i quiz sui quali abbiamo qualche dubbio. Sui quiz errati, lavoreremo quindi in modo specifico secondo il Metodo Artquiz, ossia “riprendiamo” tali quiz nel volume Studio rileggendo ANCHE tutti gli altri quiz di quel capitolo/paragrafo specifico nel quale è “ricaduto” l’errore, quindi tali capitoli e/o paragrafi andranno approfonditi in modo mirato in Artquiz Teoria per uno studio prettamente teorico (Artquiz Teoria e Artquiz Studio hanno infatti lo stesso identico indice).

In particolare, si consiglia di cominciare dalla Biologia e poi Chimica in Artquiz Studio, facendo una sintesi dei quiz di tali materie.
La sintesi dei quiz ha grandi vantaggi, ed è particolarmente indicata per tutti coloro che non possono dedicare uno studio quotidiano per il test (come gli studenti impegnati con la maturità, o coloro che lavorano o studiano nei mesi precedenti al test).

Qui trovate un esempio di come dovrebbe essere fatta la sintesi dei quiz.
In sostanza si tratta di mettere per iscritto, tra domanda e risposta corretta del quiz, il concetto principio o nozione che emerge dal quesito. Se necessario si consulta anche il testo di teoria.
Naturalmente, qualora il quesito chieda quale delle risposte è errate, allora le altre 4 risposte proposte, essendo corrette, è opportuno siano considerate come tali anche nella sintesi dei quiz.
Per Logica, Fisica e Matematica, la sintesi non ha invece la stessa grande importanza come per la Biologia e la Chimica, in quanto sono tutti quesiti cd. di esercizio per i quali è prioritario imparare e capire come risolverli, aiutandovi con le soluzioni svolte e commentate dei quesiti.

La sintesi dei quiz “si tradurrà” in “3-4” quadernoni che in un giorno si rileggono anche 10 volte… un grande vantaggio! Naturalmente man mano che si procede con il Metodo (e quindi fatte le Simulazioni), integrate la sintesi aggiungendo eventualmente ulteriori appunti o considerazioni personali. La sintesi vi avvantaggia moltissimo in prossimità dell’esame, in quando si ripassano, anche più volte, tutti i quiz di Biologia e Chimica in una sola giornata (!)


Come fare le Simulazioni

Un aspetto importante
L’obiettivo delle Simulazioni è questo: separare i quiz che non sbaglio al 100%, da tutti gli altri quiz, per poi approfondire questi ultimi in modo mirato e approfondito. Pertanto conviene considerare -comunque- errati più quiz possibili, quindi anche quelli sui quali avete qualche piccolo dubbio.

È possibile rielencare i quiz che avete sbagliato in Artquiz Simulazioni secondo l’ordine numerico crescente dei quesiti di Artquiz Studio e di stampare tale Correttore così ridisposto, il tutto tramite la Web App di Artquiz Simulazioni, che tra l’altro vi consente di sapere qual è la risposta corretta dei quiz tramite PC, Mac, Smartphone e Tablet, con qualsiasi S.O.
Leggi qui per maggiori informazioni.
Anche il Simulatore (software online), offre le possibilità di riordinare i Correttori secondo l’ordine numerico crescente di Artquiz Studio (vedi “funzionamento del tasto Report” della guida all’uso, è indicato come fare)

Si procede una materia alla volta: ossia, si completa “tutta” la materia di Biologia in Artquiz Simulazioni (o con il software Il Simulatore) e poi si riprenderanno “tutti” gli errori commessi in Artquiz Studio (e non “un quiz alla volta” ovviamente) e così via per tutte le materie.

Con il Simulatore, è altresì possibile esercitarsi esclusivamente sugli errori commessi, sia in modalità casuale sia “scorrendoli avanti e indietro” uno a uno.

L’uso combinato di Artquiz Studio e Artquiz Simulazioni, consente di memorizzare non solo i quiz ma anche e soprattutto i concetti e le nozioni su cui si basano i quesiti ufficiali dei test d’ammissione, individuando e colmando così le proprie lacune anche con l’ausilio di Artquiz Teoria.


Preparazione essenziale con i volumi Artquiz

Biologia e Chimica sono le materie dove si decide il test, perché gli errori commessi in queste due materie possono essere recuperati, come punteggio, nei riguardi degli altri Candidati concorrenti, di fatto soltanto in Logica, e non è così scontato… perché in Fisica e Matematica i quiz che assegnano nei test non sono difficili anzi, negli ultimi anni ridotti anche di numero, sono diventati più facilmente risolvibili anche per coloro che non provengono da un Liceo Scientifico, quindi rimane solo la Logica, e sebbene i nostri quiz ricalchino comunque i quesiti assegnati nei test anche di questa materia, c’è sempre quell’alea di imprevedibilità dovuta a fattori che non dipendono soltanto dalla preparazione ma anche dall’emotività che implica la stessa natura della materia.
Sono solito dire che per passare il test bisogna sapere tutti i nostri quiz, averli capiti bene, e non farsi prendere dall’ansia il giorno del test -ecco- quando dico ansia penso alla Logica… ma facendo tutto giusto in Biologia e Chimica in poco tempo, avrete più tempo da dedicare ai quiz di Logica che potranno così essere risolti con più calma e sicurezza: un grande vantaggio!

Il Metodo Artquiz garantisce il massimo della preparazione.

In sostanza e nel dettaglio, per una preparazione essenziale, consiglio di studiare le varie materie, “almeno”, in questo modo:

  1. la Logica su Artquiz Studio;
  2. Biologia e Chimica su Artquiz Studio, su Artquiz Simulazioni e su Artquiz Teoria;
  3. Fisica e Matematica su Artquiz Studio (e possibilmente anche su Artquiz Simulazioni).

Mi spiego meglio: Logica può essere sufficiente farla anche soltanto su Artquiz Studio (c’è anche ovviamente la relativa parte in Artquiz Teoria) ma per tali quiz è meglio avvalersi delle singole e specifiche spiegazioni dei quiz anche perché, per via dell’elencazione consequenziale dei quesiti, sono comunque elencati per gruppi e per tipologie di domande, e vi assicuro che vi entrano in testa…!
Le Simulazioni per i quiz di Logica “possono” avere infatti una importanza “minore” rispetto alla Biologia e alla Chimica, perché la teoria della Logica è una strada poco pratica e utile per tali quesiti. Mentre procedendo per “tipologia” di quesiti, si colgono meglio e si fissano con maggiore attenzione le differenze tra le varie domande che vi possono fare, riducendo moltissimo la possibilità di commettere errori.

Di Biologia e Chimica bisogna invece sapere “tutto” perché è in queste 2 materie che si decide di fatto il buon esito del test, e con il nostro Metodo di studio, “chiunque” è perfettamente in grado di fare “percorso netto” all’esame in queste materie, a prescindere se fa i test per Medicina o per le Professioni Sanitarie, e anche se non ha alcuna preparazione minima di base. In sostanza, gli basta studiare e seguire il nostro metodo di studio.

Fisica e Matematica, per chi ha un discreto livello scolastico di preparazione, non richiedono un particolare approfondimento come per la Biologia e la Chimica (e Logica), perché sono argomenti ed esercizi che un neodiplomato in un Liceo Scientifico o Classico, dovrebbe essere già in grado di svolgere, probabilmente per lui sarà sufficiente esercitarsi anche soltanto con Artquiz Studio che ha tutti i quiz svolti uno ad uno, con l’indicazione di tutti i vari passaggi per giungere alla risposta corretta. Naturalmente, spero sia superfluo precisare che se anche Fisica e Matematica le svolgo con l’ausilio di tutti e 3 i volumi seguendo il Metodo Artquiz, la preparazione sarà ancor più impeccabile.
Infine, con il Simulatore vi potete mantenere allenati in prossimità del test, sempre rivedendo gli errori come indica il Metodo Artquiz.
Seguite il Metodo Artquiz, curando errori e lacune emerse dall’uso combinato dei 3 volumi e sarete in grado di arrivare tra i primissimi posti in graduatoria in qualsiasi Ateneo Pubblico o Privato in Italia.

Consigli per Cultura Generale:
Da quando il test prevede due sole domande in questa materia, particolare attenzione dovrà essere rivolta ai quiz di cui ai Capitoli: Costituzione e Legislazione italiana; Organizzazioni internazionali e Politica internazionale, in quanto una delle due domande verte quasi sempre su tali argomenti. L’altra domanda può essere la più svariata (ossia di attualità, o anche di Letteratura, Arte, Storia e Geografia)

►Alcuni Argomenti meno richiesti ai Test delle Professioni Sanitarie:
con le dovute cautele (solo) chi fa le Professioni Sanitarie, può saltare i quiz di cui al Capitolo: “Malattie genetiche e alberi genealogici” di Biologia, in quanto raramente vengono assegnati ai test (sostanzialmente, nei test ufficiali, ritroviamo un quiz di questo tipo ogni 4/5 anni).
P.S. Sia ben chiaro che, con le “dovute cautele”, si intende esplicitamente: se non ho tempo e devo per forza eliminare qualcosa…
Pertanto questo è solo un consiglio per coloro che per questioni di tempo si trovano nelle condizioni di dover “tagliare” qualcosa in Biologia, certo sapere anche tali argomenti ha evidentemente anche ulteriori vantaggi connessi alla materia di Biologia, intesa nel suo complesso.

►Simbologia dei quiz nei libri e Simulatore:
Si noti, che i quesiti hanno una simbologia posta davanti al quiz che identifica la provenienza del quesito ufficiale, tale distinzione è indicata e spiegata nel preambolo dei due volumi, tuttavia essa ha sempre meno rilevanza in questi ultimi anni in quanto non c’è più una reale differenza tra i quesiti assegnati nei Test di Medicina/Odontoiatria e Veterinaria e quelli assegnati nei Test delle Professioni Sanitarie, pertanto “tutti studiano tutto” (!).
Solamente, Biotecnologie merita una particolare indicazione in relazione ai quiz dei capitoli 6 e 7: “Il mondo animale” e “Il mondo vegetale”, in quanto tali quesiti sono soprattutto richiesti (direi, quasi, unicamente) ai Test di Biotecnologie.

  1. Salve! Ho comprato da poco artquiz studio per la preparazione dei test d’ingresso in scienze infermieristiche e volevo chiederle se devo prepararmi su tutti i quiz oppure solo su quelli segnati con la sigla /ps?
    GraZie e buona giornata!!!

  2. Faccia così: incominci dalla biologia facendo una sintesi dei concetti espressi dai quiz (ad inizio pagina c’è un pdf che indica come deve essere fatta la sintesi) poi chimica e fisica (di fisica non riuscirà a sintetizzare tutti i quiz perchè moltissimi sono quiz d’esercizio, pertanto per essi e per tutti i quesiti d’esercizio in generale è necessario imparare bene le soluzioni dei docenti che troverà in artquiz studio dopo ogni quesito).
    Faccia una materia per volta, poi utilizzi artquiz simulazioni per la materia che ha terminato in artquiz studio, quando sbaglia riprende il quiz in artquiz studio (i 2 volumi sono infatti interattivi, vedi il correttore del volume artquiz simulazioni..) e si rifà tutti i quiz del capitolo a cui attiene i quiz sbagliato, se le soluzioni dei docenti o le parti teoriche non dovessero essere suff. approfondisca l’argomento su un testo di teoria (faccia presente che a marzo/aprile uscirà un nostro nuovo volume Artquiz Teoria che appunto conterrà solo la teoria per i quiz) quindi aggiunga un appunto alla sua sintesi.
    Terminate tutte le materie, con questo sistema di studio, utilizzi il software “il simulatore” (può anche usarlo in contemporanea quando usa il volume simulazioni), il software le consente di andare molto veloce e di archiviare i quiz che sbaglia in appositi archivi, quindi poi se li rivede uno a uno approfondendo sempre il “perchè” ha dato la risposta sbagliata.
    A 2 settimane dall’esame, metta via i libri, usi solamente il simulatore e si rilegga di continuo i suoi appunti (naturalmente quando sbaglia riprenderà il quiz nel volume studio, infatti anche il simulatore consente di individuare il nr. dei quiz che ha sbagliato e quindi di individuarlo velocemente nel volume studio, vedi il file/correttore word che viene generato dal software…).
    Proceda sempre così: prima i quiz poi la teoria, non il contrario.

    E sopratutto legga tutti i consigli per lo studio che sono indicati all’inizio di questa pagina. Ma legga con attenzione tutto quanto c’è scritto in questa pagina perchè c’è scritto tutto.

    Infine non perda tempo, cominci subito con la sintesi, magari perderà tempo nel farla ma le assicuro che il tempo lo recupera tutto in prossimità dell’esame, e alla fine avrà un’ottima preparazione, per me la migliore in assoluto per un test a risposta multipla…
    Se ha bisogno mi scriva pure senza problemi anche privatamente a info@artquiz.it
    In bocca la lupo!

    Dimenticavo, si scarichi anche i test assegnati quest’anno a medicina/odontoiatria e veterinaria (li trova tra le news) e se li legga perchè non si sa mai che qualche quiz venga riassegnato. E così sarà ancora più aggiornata a livello di quiz.

  3. Buon giorno Dott. Giurleo,quest’anno vorrei tanto realizzare un mio sogno,quello di entrare ad ostetricia…Ho acquistato due giorni fa entrambi i volumi di Artquiz Studio ed Artquiz Simulazioni e sono in attesa di riceverli tramite corriere.Nel frattempo mi può indirizzare gentilmente,una volta ricevuti,da dove partire per ottenere uno studio più mirato ed efficace?mi pùò dare tutte le “dritte” per far si che riesca a coronaRE questo mio desiderio?in attesa di una risposta la ringrazio anticipatamente e le auguro una buona giornata!

  4. La nuova edizione avrà sicuramente delle novità: più di 800 quiz nuovi; verranno eliminati buona parte dei primi 374 quiz (sono quelli sull’interpretazione dei brani il cui testo della domanda è molto lungo), ci saranno delle modifiche all’indice in biologia, logica e qualcosina anche in chimica.
    Però, come ho detto più volte, avere un paio di mesi in più di studio “sulle spalle” è preferibile piuttosto che sprecarli in attesa dell’edizione nuova..
    Inoltre ancora non so quando Artquiz Studio e Artquiz Simulazioni saranno pubblicati perchè la cosa dipende dal nuovo testo di sola teoria (si chiamerà Artquiz Teoria) in sostanza abbiamo la necessità di stampare i 3 volumi contemporaneamente per abbassare le spese di stampa e potervi offrire il nuovo volume di sola teoria ad un prezzo equo, altrimenti verrebbe a costare di più…
    Ciò vuol dire che può essere possibile (spero ovviamente di no) che i nuovi volumi siano stampati invece che a marzo/aprile a aprile/maggio. Mi dispiace ma sinceramente in questo momento non so essere più preciso, solamente tra un mese vi potrò dire quando saranno pronti.
    Comunque i quiz sono quelli, e l’edizione attualmente in commercio è già di grande qualità… se poi si studia anche i 2 test ministeriali di quest’anno (assegnati a medicina/odontoiatria e veterinaria che trova tra le news del nostro sito) sarà molto aggiornata a livello di quiz.
    Ripeto la differenza la fa lo studio, poi ovviamente bisogna avere anche i testi migliori e Artquiz lo è già, che poi sia la IV edizione o la V non credo sia questa la differenza in sede d’esame.
    Le ho detto tutto con estrema sincerità, poi veda lei cosa ritiene meglio fare…

  5. Gentile dott. Giurleo ho letto buona parte delle recensioni e delle informazioni riguardo al metodo artquiz e lo trovo davvero ottimo..io vorrei ritentare il test per professioni sanitarie il prossimo settembre e vorrei avere piu tempo a possibile per prepararmi,dato che lei consiglia di acquistare la IV edizione,le chiedo ci sono molte differenze con quella che uscirà il prossimo marzo/aprile?ne vale la pena attendere?la ringrazio anticipatamente..cordiali saluti

  6. No, non farei come dice lei. Farei invece così: la teoria va consultata quando non sa risolvere un quiz oppure lo sbaglia oppure quando non conosce proprio l’argomento di cui al quiz (mentre di tutti gli altri quiz si fa la sintesi). Quindi man mano che va avanti con artquiz studio quando incontra un quiz di “questo tipo” (ma anche una delle risposte di un quiz che non conosce/non sa cos’è, sebbene sia una delle risposte errate del quiz) lei approfondisca l’argomento in parte teorica e faccia sempre un appunto scritto nella sua sintesi dei quiz… così quando fa il ripasso riesce a rileggersi tutto rapidamente e anche più volte… e fissare i concetti nozionistici “richiesti” dal quiz è molto importante perchè gira e rigira le domande “nozionistiche” sono sempre quelle. Poi deve saper fare tutti ma proprio tutti i quiz di “esercizio” di tutte le materie (cioè deve averli capiti tutti, e qui è avvantaggiata perchè sono proprio tutti svolti uno ad uno dai docenti, passaggio per passaggio) perchè questi quiz costituiscono la restante parte del test (diciamo un 30%) tanto per farle un esempio i quiz di esercizio di genetica oppure quelli sui calcoli per esprimere la concentrazione in chimica se sa svolgerli tutti e quindi li ha capiti tutti, anche se poi al test le danno un quiz “diverso” non cambia niente perchè il procedimento di soluzione è sempre lo stesso (come dire, cambiando l’ordine dei fatto il prodotto non cambia…)
    Se ha bisogno ancora chieda pure senza problemi..

  7. buon giorno,
    dopo aver letto in tutte le sue parti questo sito, ed aver acquistato l’Artquiz avrei bisogno di un parere. Sono interessata ad entrare a Medicina, volevo chiederle come impostare la preparazione: nei suoi suggerimenti, lei sottolinea la necessità di utilizzare oltre l’Artquiz anche libri di teoria in modo da approfondire gli argomenti. Quello che le chiedo è cosa mi consiglia: fare i quiz e aprofondire di pari passo la teoria riguardante quell’argomento con libri più specifici oppure svolgere tutti i quiz seguendo il metodo come nel suo “esempio di sintesi” e quindi solo alla fine accostare i manuali più specifici. Scusi la domanda che può sembrare anche stupida ma sto cercando davvero il metodo giusto per affrontare questo test avendolo già provato 2 volte. Grazie e cordiali saluti

  8. mi piace molto la sua determinazione!
    guardi, come ho detto anche nei post precedenti (sempre in questa pagina, li legga tutti) l’obiettivo principale è terminare la sintesi di biologia, chimica e fisica il più presto possibile (per la matematica, logica e cultura generale vedi quanto detto nei post precedenti in questa pagina) non c’è un numero di ore da dedicare al giorno o meglio questo lo stabilirà lei… l’importante è completarla per tempo, direi almeno un mese prima del test (ovviamente se la finisce 2 o 3 mesi prima tanto meglio!).

    Un’altra cosa importante è il problema che creano i quiz a livello di confusione (per questo c’è artquiz studio) quindi bisogna completare una materia alla volta e di questa materia un singolo argomento per volta (l’indice di artquiz studio costituisce di fatto tutti gli argomenti che vengono richiesti, perchè è stato creato a posteriori sull’analisi effettiva dei quiz che fanno e non scritto prima e poi al suo interno inseriti i quiz…) e non fare un po’ una materia e un po’ un’altra, perchè sarebbe un grosso errore.

    Fatta la sintesi, si opera in questo modo: sempre una materia alla volta, si usa artquiz simulazioni che ha il suo preciso compito, diverso e complementare ad artquiz studio, perchè serve per individuare gli errori, o meglio individuare gli argomenti sui quali si commettono errori, mi spiego: se fa un errore in artquiz simulazioni per esempio sugli enzimi, vuol dire che c’è qualcosa che non va su quest’argomento, quindi si individua i quesito nel volume studio e non solo si rifaranno tutti i quiz sull’argomento, ma si “allargherà” la preparazione in modo mirato sugli enzimi! quindi si approfondisce la propria preparazione sugli enzimi anche guardando la teoria (se i quiz o le spiegazioni di quest’argomento in artquiz studio non dovessero bastare). Quindi cosa si fa? si aggiunge questo suo “studio” sugli enzimi, in forma di appunti, nella stessa sintesi…

    Si ricordi, anche questo è importante, che le risposte errate dei quiz sono importanti, perchè se c’è un termine o un concetto quale risposta errata, lei deve sapere che cosa significa… perchè un domani ci potrebbero fare un quiz “sopra” (e guardi che lo fanno!)

    In sostanza è lei stessa che deve “crearsi” la sua preparazione mettendo tutto per iscritto, perchè poi, una volta terminata la sintesi con l’aggiunta di ogni altro appunto necessario o utile, quando manca un mese all’esame metterà via i libri e si rileggerà dalla mattina alla sera i suoi appunti, il che vuol dire:
    1. sapere tutti i 12500 quiz o meglio tutti i concetti espressi da questi 12500 quiz (che non è affatto poco)
    2. aver capito i quiz che sbaglia e averli approfonditi facendone sempre un appunto scritto.
    3. avere una preparazione il più completa possibile e soprattutto mirata per un test a risposta multipla.
    4. e sopratutto essere in grado di ripassare il “tutto” prima dell’esame…
    Quindi, ripetendo tali appunti, si manterrà sempre allenata con i quiz usando il Simulatore…

    Se per esempio lei, nei passati tentativi, ha studiato la teoria e poi ha fatto quiz alla rinfusa (come fanno tutti d’altronde, ma sbagliando alla grande) forse è questo il motivo per cui non è passata… perchè così facendo non fa altro che fare il “gioco” dei quiz ossia fa solo confusione! perchè il giorno dell’esame quando legge i quiz del test, in quel paio di mìnuti scarsi che ha a disposizione, penserà per un quiz: “ho letto un quiz del genere che chiedeva più o meno la stessa cosa” e poi finisce che lo sbaglia… proprio perchè il quiz gioca sulla confusione che riesce a ingenerare nel candidato e tutto il test “lavora” in questo senso, mi riferisco a quei 2 minuti scarsi che avete a disposizione (infatti prima si devono risolvere i quiz che appena si leggono si sanno (guadagnando così tempo per gli altri quiz più impegantivi) tralasciando per il momento gli altri, poi si ricomincia il test e si affrontano i quiz per i quali ci vuole un ragionamento, l’applicazione di una formula un calcolo ecc. (perchè questi necessitano di qualche minuto in più sennò nella fretta si sbagliano pure questi)

    Non solo, le dico di più per farle capire come studiare, alla fine della sintesi con integrazione di altri suoi appunti come le dicevo, sarebbe molto utile rileggersi un testo di teoria, così come si legge un romanzo, perchè dopo aver studiato i quiz e fatto la sintesi, leggendo la teoria la “leggerà” in forma di quiz! ossia quel singolo “passo” mentre lo legge si “immaginerà” un possibile quiz “fatto sopra”. Cosa impossibile se lei prima studia la teoria e poi fa i quiz…

    Vede leggere la teoria, sottolineare, ripassare a voce alta non serve a nulla con un test a risposta multipla! mica deve fare un’interrogazione o un compito scritto… deve “solamente” scegliere una delle risposte che il quiz le propone…

    Ultima cosa, il test è composto per il 65-70% da quiz di carattere nozionistico, quindi la sintesi per questi quiz diventa veramente determinante proprio perchè facendola sintetizza tutti i concetti su tutti gli argomenti, e quindi anche “per eliminazione” saprà rispondere a questi quiz, per eliminazione intendo per esclusione delle altre risposte, se mi spiego…
    Mentre per il 30-35% è composto da quiz di esercizio (come la logica, gli esercizi per esempio di genetica, o bilanciamenti stechiometrici o calcoli sulla concentrazione in chimica, ecc.) ebbene tutti questi quiz che sono sempre presenti nei test hanno tutti il loro corrispondente quiz in artquiz (più di uno ovviamente e per ogni tipo di “casistica”) quindi una volta che ha imparato a svolgerli (sono tutti svolti e commentati nel libro) nessun quiz del genere può spiazzarla perchè -come dire- cambiando l’ordine dei fattori il prodotto non cambia… se sa fare e ha capito i quiz di esercizio in artquiz studio, li saprà fare tutti quelli del test… perchè le tipologie di domande sono quelle…

    Per Artquiz Teoria, il nostro nuovo testo di teoria, bisognerà aspettare un po’ direi marzo-aprile, ma sarà una volta soprattutto per coloro che devono fare il test ministeriale… lei intanto impari i quiz e faccia la sintesi, poi prenderà anche questo e vedrà che le “cascherà” pure a pennello per la sua preparazione… cioè proprio quando “vorrei” che cominciasse a studiarlo… ma prima i quiz poi la teoria, sempre.

  9. Gentile dott Giurleo,
    ho acquistato il suo libro artquiz studio e ho quasi terminato la parte di biologia, tra poco prenderò anche artquiz simulazioni. Le spiego il motivo per cui le scrivo. Frequento già una professione sanitaria e dovrò laurearmi l’anno prossimo. Ho intenzione però di riprovare per la quarta volta il quiz a medicina con la speranza e il sogno di entrare una volta per tutte. Ogni anno mi sono sempre preparata alla grande e pochi punti mi sono stati fatali. Ho letto con interesse i post e i consigli e non mi spiego il perchè del distacco che ho avuto con gli altri candidati pur dedicando mesi alla mia preparazione. Mi può consigliare personalmente come continuare a studiare per i quiz tenendo conto che dovrò affrontare anche l’anno della tesi? come potrei organizzarmi, ovvero ogni giorno dedicare almeno un’ora a più materie (es chimica ,fisica ecc) o terminare una e cominciare un’altra (naturalmente sto eseguendo una sintesi dei quiz per ora di biologia)? A volte mi sento molto avvilita, ma so che per i quiz non serve…Come devo fare per raggiungere almeno un punteggio superiore a 44-46? la prego mi consigli Lei, ne ho davvero un gran bisogno e spero che questi libri possano essere la mia chiave d’oro!
    P.s. per quanto è prevista l’uscita del libro di teoria di cui ha parlato negli altri post?
    Grazie mille per l’attenzione attendo una sua risposta

  10. bhè domande uguali ai test di medicina odontoiatria e veterinaria è impossibile trovarle perchè ogni anno vengono appositamente scritte, quindi sono sempre nuove, però gli argomenti sono sempre quelli (indice artquiz studio) e come vedrà dal confronto del test di medicina di quest’anno con artquiz, che a breve sarà disponibile, ad ogni domanda del test c’era un corrispondente quiz (o più) nel libro…

    Ripeto, la nuova edizione avrà nuovi quiz ed è ovvio che è meglio avere sempre l’ultima edizione, però se dobbiamo bilanciare: quiz nuovi-della nuova edizione e perdere 6 mesi di tempo aspettandola, io studierei sull’edizione di quest’anno e non perderei questi mesi… poi si leggerà i quiz assegnati quest’anno ai test ministeriali e direi che è ben aggiornata, oltretutto Artquiz IV edizione ha già l’archivio più vasto che c’è in commercio di quiz, sii sono quasi 12.500 quiz… mica pochi..

    Poi la qualità dei nostri volumi non è nel numero dei quiz, nei commenti dei docenti, e nemmeno nell’identificazione dei quiz ministeriali e di quelli per le prof. sanitarie (cose ovviamente tutte utili) MA nella struttura dei volumi, in una parola nell’elencazione consequenziale dei quiz (e nell’aspetto “interattivo” con artquiz simulazioni) è questa che fa la differenza! perchè si studia con un metodo… e le cose poi si imparano, e quindi il quiz poi può chiedere quello che vuole (cioè può essere “nuovissimo”) ma se avete studiato come vi dico io e avete capito i quiz di artquiz, nessun quiz nuovo vi può “sorprendere”… certo bisogna partire con l’organizzazione dei quiz di artquiz studio, se per esempio partite da artquiz simulazioni (che ha i quiz alla rinfusa come tutti gli altri libri in commercio) mai e poi mai riuscirete a “capire” tutti i quiz e ad avere una preparazione globalmente approfondita, artquiz simulazioni serve per verificare la preparazione acquisita e per identificare i quiz e quindi gli argomenti che si sbagliano o sui quali ci sono dei dubbi, quindi poi una volta evidenziati si approfondiscono sia nuovamente con artquiz studio sia, se necessario, allargando la preparazione in parte teorica…

    Questo discorso ovviamente vale sia per lei che deve fare il test ministeriale sia per coloro che devono fare le prof. sanitarie.

  11. La ringrazio tantissimo per i consigli che mi ha dato!!… ho letto tutti i post e direi che mi hanno proprio convinta!
    però Le volevo fare un’altra domanda: se acquistassi il testo dei quiz 2011-2012, questo potrebbe andar bene per i test di medicina del prossimo anno? nel senso che avrei la probabilità di trovare domande uguali? oppure mi conviene aspettare la nuova edizione con altre nuove domande?

  12. si, infatti è quello che voglio fare…io vorrei entrare a odontoiatria, ma mi piacerebbe anche medicina…dovrò darmi parecchio da fare, allora…

  13. Non è che c’è un certo numero di quiz al giorno da sintetizzare, il punto è che deve o meglio dovrebbe terminare la sintesi prima dell’esame di maturità (quindi veda lei quanti ne sintetizza in un’ora, quanti giorni può lavorarci durante l’anno scolastico ecc.) perchè se termina questo lavoro prima ell’esame di maturità, dopo avrà il 90% del lavoro già fatto… dovrà solo ripassare i suoi appunti integrandoli il più possibile con altri concetti teorici (che man mano che sintetizzerà i quiz vedrà che ricercherà…) e poi esercitarsi sui quiz ecc. in sostanza dedicherà il tempo che intercorre dalla maturità al test per perfezionare la sua preparazione… altrimenti si ritrova, come capita alla maggior parte dei candidati, con una massa gigantesca di quiz sul “groppone”, e un sacco di tempo che inevitabilmente sprecherà solo per come apprestare la preparazione e lo studio per i test…il tutto in un mese e mezzo… è molto difficile passare, in queste condizioni, al primo tentativo, soprattutto il test ministeriale di medicina/odo e veterinaria dove i quiz sono sempre nuovi +/- (mentre alle prof. sanitarie i quiz o sono identici ai nostri o simili -cmq sono sempre quelli gira e rigira- e quindi alla fine basta anche poco per essere preparati).

    Il vero problema di questi quiz è che se non ci si prepara in anticipo è difficilissimo passarli al primo colpo, perchè voi gareggiate “in verità” proprio con i bocciati dell’anno prima (e i posti sono pochi rispetto ai partecipanti) che avendo avuto un anno di tempo per ri-prepararsi sono sicuramente più avvantaggiati di voi…

    Infine lasciate perdere le scuole di preparazione perchè non servono a nulla!! fate invece la sintesi dei quiz!!! le scuole hanno, se proprio vogliamo trovarlo, un unico vantaggio quello di fare una full immersion prima dell’esame… ma la preparazione di fatto migliora di una percentuale irrisoria con questi corsi, fate la sintesi e avete 2 marce in più rispetto a tutti…

    Legga quanto ho già scritto in questa pagina ad altre sue colleghe che mi chiedevano come procedere per lo studio, sono stato esauriente in merito…

    Una cosa che mi preme tantissimo sottolineare è che bisogna partire dai quiz (organizzati come dico io con artquiz studio) e poi ampliare (sopratutto per medicina/odontoiatria e veterinaria) quando non si sà l’argomento o si hanno dubbi sui quiz in parte teorica (i cui approfondimenti inserirete nella vostra sintesi per iscritto), poi si passa alle simulazioni… perchè se sapete bene i quiz, quando andate a fare la teoria, leggerete la teoria “in forma di quiz”, mi spiego meglio: se leggete un “passo” di teoria dopo aver studiato i quiz su quest’argomento, leggerete questo passo “immaginando” possibili quiz sull’argomento! cosa che è impossibile che vi capiti se partite prima dalla teoria e poi fate i quiz alla rinfusa… Leggere la teoria, sottolineare, ripete a voce alta NON SERVE A NULLA CON UN TEST A RISPOSTA MULTIPLA perchè alla fine il quiz vi “frega” lo stesso, anzi paradossalmente avrete ancora più confusione quando poi leggerete o farete i quiz…

    Guardate che un candidato che non ha studiato la teoria ma ha fatto il lavoro che dico io di sintesi, ha più possibilità di passare rispetto a uno studente che ha studiato dalla mattina alla sera la teoria e poi ha fatto i quiz alla rinfusa… I quiz come ogni altra materia richiedono un metodo di studio, ed è questo!!

    Poi per quanto riguarda invece i quesiti cd di esercizio (tutti quei quiz -sono circa il 30% dei quiz dell’intero test- che per esere svolti richiedono un ragionamento, es logica; o l’applicazione di una formula, es. fisica; o un calcolo, es. matematica; o come anche per es. un bilanciamento stechiometrico, un calcolo sul Ph, un esercizio tipo quelli di genetica ecc. la casistica dei quiz di artquiz è enorme, quello che voglio dirvi è che se sapete fare i quiz del libro, e quindi cioè li avete capiti e sapete come svolgerli, alla fine vi possono chiedere qualsiasi altro quiz d’esercizio, tanto li saprete risolvere tutti, perchè la metodologia di soluzione rimane sempre la stessa, come dire “cambiando l’ordine dei fattori, il prodotto non cambia…”

    Arturo Giurleo

  14. scusate, volevo sapere quanti quiz sarebbe ideale riassumere, al giorno…considerando k devo finire l’ultimo anno di liceo….grazie mille in anticipo

  15. Per attivare il Simulatore deve fare così:
    1. vada sul sito http://www.ilsimulatore.it
    2. clicchi (in alto) “Accedi”
    3. poi clicchi “Accesso gratuito” e quindi inserisca i 2 codici riportati sui 2 volumi (sono coperti da una striscia argentata che va grattata con una moneta e si trovano nella prima pagina dei libri)
    4. inseriti i codici, clicchi prosegui e quindi provveda a compilare il form di registrazione indicando i suoi dati e poi clicchi invio.
    5. a questo punto riceverà al suo indirizzo mail (da lei indicato nel form di registrazione) una mail che contiene Username e Password, questa mail contiene anche un link per la convalida della registrazione, ci clicchi sopra, dopo di chè potrà usare Username e password per il login (che si trova sempre nella pagina “Accedi”). Fine.

    Per quanto riguarda la sua preparazione per il prossimo test di odontoiatria, le dico subito che le conviene cominciare a studiare subito, non aspetti di aver fatto l’esame di maturità!
    Perchè il vero problema di questi test è che dovete fare la “gara” non solo su voi stessi ma sopratutto sugli altri… ossia dovete fare più punti degli altri candidati, e chi sono questi candidati? la gran parte sono studenti che vanno “a provare” il test sperando di infilare “la schedina” vincente e non passano (e non sono pochi) ma gli altri candidati sono per la maggior parte candidati che sono già stati bocciati una volta (o anche più di una) e quindi se non sono studenti superficiali avranno studiato tutto l’anno e non solo dopo la maturità… è con loro che deve gareggiare perchè i posti sono pochi…

    Quindi se mi dà retta, le conviene procedere con metodo e costanza nello studio, ora è ovvio che se oggi fa 100 quiz e poi per 2 settimane non tocca i libri, quei 100 quiz “se li perde…” quindi diventa prioritario fare un lavoro di sintesi dei quiz per iscritto in forma di appunti personali, in sostanza deve sintetizzare i concetti espressi dai quiz (riesce a farlo per biologia, chimica e fisica, non per matematica perchè sono tutti numeri ed esercizi quindi non sintetizza nulla, di logica deve imparare le soluzioni dei docenti ai quiz, per esempio ho appena analizzato il test di medicina-odontoiatria di quest’anno e le dico che i quiz di logica non si potevano sbagliare si sapeva e aveva capito i quiz di artquiz, perchè ognuno di questi quiz del test aveva un suo (e anche più di uno) corrispondente quesito nel test che si risolveva allo stesso modo (appena avrò finito di ultimarlo posterò il confronto tra il test ufficiale e i quiz dei nostri volumi così se ne renderà conto di persona), mentre di cultura generale non serve molto sintetizzare i quiz per voi dei test ministeriali perchè sono sempre nuovi (anche se come vedrà dal raffronto molti quiz si risolvevano sapendo bene i nostri). Il fatto è che in cultura generale chiedono il significato di parole, sinonimi, contrari e altre “stupidaggini” che vi impediscono di avere una preparazione in questa materia e non c’è niente da fare.. non potete studiarvi un vocabolario nè un dizionario dei sinonimi, sono domande secche o le sapete o non le sapete punto e basta. Quindi anche studiare libri di storia o di geografia o di arte non serve a nulla… perdete solo tempo e non ci ricavate nemmeno una soluzione ad un quiz… Per fortuna i quiz sui brani (che erano 3 anni che non li davano) sono piuttosto elementari rispetto a quelli che davano anni fa. Poi ci sono quei quiz dove bisogna mettere la parola corretta all’interno del brano e anche per questi non è che c’è un “metodo o una tecnica” per rispondere correttamente… è nelle materie scentifiche che si fa la selezione (perchè in logica e cultura generale siete tutti sullo stesso livello, o meglio tutti sulla “stessa barca” per capirci…
    Quindi se fa questo lavoro di sintesi dedicando un’ora qua e là durante l’anno, alla fine questi appunti le restano e non vanno pesi come quei 100 quiz, se mi spiego… Ovviamente dovrebbe prendere appunti anche sulle risposte errate ai quiz dei libri, per esempio quest’anno c’era il quiz nr.58 di biologia che chiedeva delle molecole di interferone, in effetti non avevamo quiz su tale argomento tuttavia l’interferone era una delle risposte errate a vari quiz del libro, quindi lo studente intelligente che deve fare?? quando trova un termine che non conosce lo deve cercare su internet anche per sapere che cos’è e quindi fa un appunto scritto… è così che si lavora per un test a risposta multipla… si deve partire dai quiz che devono essere organizzati benissimo come vi ho proposto con i nostri volumi e poi quando non si sa cosa chiede il quiz o non si conosce un dato argomento allora si approfondisce sulla teoria o cercando su internet e si riproducono tali concetti per iscritto, in modo da non “perderli” non dimenticarli… quando userà artquiz simulazioni e farà un errore allora riprenda il quiz nel volume studio e si ripeta tutti i quiz dell’argomento/paragrafo a cui attiene i quiz che ha sbagliato, lo confronti magari con altri quiz che potrebbero averla indotta in errore e quindi approfondisca anche sulla teoria (il discorso è questo: se sbaglia un quiz sugli enzimi, vuol dire che quest’argomento non lo sa perfettamente e quindi deve ripeterlo…). Stessa cosa se usa il simulatore…
    Ma, ripeto, la cosa più importante è partire dai quiz e poi approfondire in teoria (ora per sta teoria stiamo facendo un piccolo capolavoro con 12 docenti ordinari dell’uniud -cosa che non ha nessuna casa editrice- che si integrerà con i nostri volumi alla perfezione ampliando anche gli argomenti che “potrebbero” uscire il prossimo anno… però abbiamo bisogno di tempo per realizzarlo come voglio io, quindi intanto studi e sintetizzi i quiz, poi si tenga aggiornato sulle novità consultando il nostro sito…
    Dedichi, quando può, qualche ora per fare questo lavoro di sintesi durante il prossimo anno scolastico e avrà una preparazione efficace solida e mirata per i test a risposta multipla…
    Arturo Giurleo

  16. Buonasera al Dr.Giurleo,
    sono un ragazzo che, come tanti, sognano di entrare alla facoltà di odontoiatria, essendo la mia più grande passione da quando avevo 7 anni, ma da quello che ho cominciato a dedurre da tre anni a questa parte, credo di dovermi impegnare in modo più intenso rispetto a qualsiasi altro tipo di selezione. Ho acquistato all’inizio di luglio di quest’anno il volume artquiz studio e mi sono concentrato molto su biologia. Oggi ho acquistato l’altro volume,l’artquiz simulazioni,ma nn riesco a far funzionare il simulazione, dal momento che non sono riuscito a capire bene come fare. Potrei avere delle dettagliate informazioni “tecniche” su quanto concerne l’attivazione del simulatore?. Vorrei ancora un importante consiglio dal Dr.Arturo o dalla redazione: credo che per essere ammessi ad odontoiatria servano almeno 53/54 punti, e non sono pochi…Come faccio a preparami così bene da riuscire ad ottenere un punteggio simile, considerando che l’anno prossimo dovrò sostenere anche l’esame di maturità??

  17. Studi bene Artquiz Studio e si eserciti con Artquiz Simulazioni, se poi ci dovessero essere dei quiz che non riesce a svolgere nonostante le soluzioni svolte dai docenti allora dovrà approfondire l’argomento in parte teorica perchè evidentementele le mancano proprio le basi teoriche per quel dato argomento.
    Quindi un testo di teoria va utilizzato in questo modo, ossia quando non conosce l’argomento di un determinato quiz, si studia la teoria di questo dato argomento (anche ricercandolo su internet…), ma non deve assolutamente incominciare studiando prima la teoria e poi fare i quiz, questo sistema di studio è sostanzialmente inutile e costituisce una gran perdita di tempo, perchè lei dovrà rispondere a quiz e non a una domanda orale o fare un compito scritto.
    Pertanto dovrà ricercare l’argomento teorico di cui al quiz e approfondirlo, ma ancora meglio sarebbe se lei selezionasse i paragrafi di artquiz studio che proprio non riesce a capire perchè le mancano le basi minime di teoria e quindi fare semplicemente un paio di lezioni private, in sostanza va dal professore e gli dice che i quiz di questo o quest’altro capitolo non li capisce e se li fa spiegare quindi con un paio di lezioni copre rapidamente e in modo mirato le sue lacune.
    Personalmente ritengo che per le professioni sanitarie i 2 volumi artquiz bastino e avanzino, inoltre per via dell’elencazione consequenziale dei quiz, vedrà che studiando i quiz contemporaneamente ripasserà anche la teoria, ma questo metodo è assolutamente più indicato per un test a risposta multipla perchè anche la teoria si ricava dagli stessi quiz, certamente ci possono essere degli argomenti, e penso magari ai bilanciamenti stechiometrici nelle reazioni chimiche o la genetica in biologia o altri, dove un minimo di basi teoriche si dovrebbero avere, quindi se mancano dovranno essere acquisite in modo però mirato e non studiando prima un intero testo di teoria e poi fare i quiz (questo è infatti il metodo di studio che ultilizzato dalla gran parte dei candidati, ma la gran parte dei candidati viene bocciata…)

  18. Gent.mo dott Giurleo,
    mi chiamo Luna vorrei chiederLe un consiglio.
    Qualche giorno fa ho acquistato Artquiz studio e Artquiz simulazioni perchè vorrei sostenere il test al SUN per entrare a logopedia. Non avendo molte basi nelle materie scientifiche, visto che ora all’università studio tutt’altro, secondo Lei bastano i due volumi “studiati” per bene oppure devo integrare con qualche altro testo riguardo la teoria?
    Mi scuso per la domanda ma sono un pò demoralizzata visto che in giro c’è gente che studia da mesi tantissima teoria e io, dovendo dare fino a luglio esami, alla fine non ho molto tempo. Vorrei prepararmi al meglio per superare questo test per questo mi rivolgo a Lei.
    La ringrazio per l’attenzione e La saluto cordialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Artquiz edizioni 2019/2020

I libri Artquiz sono ora disponibili nella nuova edizione 2019/2020, acquistali ora.

ACQUISTA ORA